Noleggio auto a breve termine Genova

In attesa dei dati ufficiali di Aniasa, come abbiamo già visto nei giorni scorsi, il 2017 del noleggio auto ci ha regalato un altro anno da record. Si registra, infatti, per il comparto della locazione veicoli il quarto anno consecutivo di aumenti a doppia cifra, un trend risoluto, analogo a quello verificatosi nel 2004-2007, con un ampliamento non solo di volumi, ma specialmente di clientela.

Noleggio auto aziendale

Il noleggio auto ha conseguito nel 2017 il record di immatricolazioni di vetture per il terzo anno consecutivo. Secondo i dati elaborati da Unrae, si tratta di 432.000 nuove targhe di autovetture, livello da primato per il settore. E, aggiungendo i 55.000 veicoli commerciali, si sale a 487 mila immatricolazioni, nuovo record storico.

NOLEGGIO AUTO a lungo termine e a breve termine per aziende e privati

I FATTORI DELLA CRESCITA

Siamo di fronte a un nuovo ciclo economico, partito in velocità con la progressiva uscita dalla “Grande Crisi”. Abbiamo assistito nel quadriennio trascorso ad una differente domanda del bene automobile. Il periodo 2014-2015 è stato certamente contraddistinto da una evidente richiesta da parte dei privati: troppo a lungo erano stati limitati i processi di sostituzione delle autovetture nuove da parte delle famiglie, pressate da una irragionevole fiscalità sugli immobili e dalle forti incertezze sul lavoro.

Il super ammortamento è stato invece nel biennio 2016-2017 il volàno che ha sollecitato l’auto aziendale in generale. Da tempo il comparto nel suo insieme era stato oggetto di eccessiva tassazione e la crisi aveva ridotto il naturale momento di rinnovo.

Leggi anche: scopri cosa accadrà nel 2018 sul fronte del super ammortamento

NOLEGGIO AUTO 2018: LE PREVISIONI

Cosa accadrà ora nel 2018? Cominciamo con il dire che tutti e due i principali comparti (noleggio a breve termine e noleggio a lungo termine) hanno registrato l’anno scorso un costante andamento, caratterizzato da sempre maggiori interrelazioni con il mondo della produzione automobilistica.

NOLEGGIO A BREVE TERMINE

Per il noleggio a breve termine ne è dimostrazione l’ultimo trimestre. Tradizionalmente momento di riduzione della flotta dopo i picchi della stagione estiva, è stato invece annotato un aumento del 50% rispetto al trimestre dell’anno scorso, passando dalle 10.000 unità del 2016 alle 15.000 del 2017.

I volumi in questo periodo non sono dovuti ad un aumento di ulteriore domanda turistica e di business, bensì dai rapporti peculiari con il mondo delle Case e dei concessionari, probabilmente grazie a maggiori sconti ed alle opportunità dei livelli di mercato.

Ne è derivato per alcuni operatori un’anticipazione del cosiddetto inflottamento previsto per il 2018 ed è quindi da ritenersi che gli andamenti delle immatricolazioni dei primi mesi saranno inferiori al 2017.  Anche a seguito delle sinergie con i grandi tour operator, le aspettative del comparto sono comunque positive per l’intero 2018.

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Il noleggio a lungo termine procede invece sempre come un diesel con velocità costante: l’ultimo trimestre non ha visto l’impennata immaginabile con la fine del super ammortamento.

Le previsioni di vari centri studi prevedono che il comparto continui a crescere, quasi sicuramente con percentuali meno alte rispetto al 2017, arrivando comunque vicino alle 260.000 targhe.

Join This Conversation